Entro il 2019 il quantitative easing (acquisto di titoli di stato ed altri titoli da parte della banca centrale europea in momenti critici e per immettere denaro nel circuito monetario europeo) dovrebbe cessare e questo potrebbe causare un aggravarsi degli interessi sul debito che già paghiamo ed un conseguente aumento della pressione fiscale non positivo per la nostra economia. Non sono da escludere sempre maggiori attacchi alla nostra economia ed una pressione continua sui nostri titoli che h...

continua------>>

SE ARRIVASSIMO AD UNA SITUAZIONE DI INSOSTENIBILITÀ DELLA NOSTRA ECONOMIA PREFERIRESTI AFFRONTARE L'USCITA DALLA MONETA UNICA , CON CONSEGUENTE AZZER...
continua------>>

Partecipa
In questi giorni in cui si è acceso il dibattito sull'ennesima crisi Alitalia che vede i lavoratori della compagnia ed una parte forse minoritaria degli italiani favorevoli alla nazionalizzazione della compagnia mentre il resto della popolazione non ha fiducia in questa soluzione (vista l’esperienza passata), noi vorremmo proporre una terza soluzione che garantirebbe il rientro dell'investimento allo stato ma gli darebbe anche la possibilità di vegliare sul mantenimento dei collegamenti diretti ...

continua------>>

SEI FAVOREVOLE AD ACQUISTO DA PARTE DELLO STATO DI ALMENO 20 AEREI DI LUNGO RAGGIO DA FORNIRE IN LEASING AD ALITALIA (A PREZZO DI MERCATO) CON VINCOLO...
continua------>>

Partecipa
Introduzione di una moneta locale assieme all´euro ai fini di un abbattimento del 5% annuo e del rilancio economico e produttivo locale. A tal fine non e´ da escludere anche l´opzione dell´uso di bot e cct cartacei utilizzabili come moneta solo interna, in biglietti di valore equivalente a 100-50-20-euro. La nuova divisa solo interna verrebbe PROPOSTA ai possessori di BOT e CCT residenti in Italia supportando tale proposta con un guadagno o temporale sulle date di asta o monetario. Queste forme ...

continua------>>

SONDAGGIO DI ATTIVISTI 5 STELLE PER PIANO ABBATTIMENTO DEBITO E RILANCIO

Partecipa
Cerca una parola nel sito:
sei in: home page - sondaggi - se arrivassimo ad una situazione di insostenibilità della nostra economia preferiresti affrontare l'uscita dalla moneta unica , con conseguente azzeramento del debito e nuova contrattazione della prossima moneta nazionale,oppure accetteresti la totale perdita di sovranità e tutto quello che ti imporrà successivamente questa europa?
SE ARRIVASSIMO AD UNA SITUAZIONE DI INSOSTENIBILITÀ DELLA NOSTRA ECONOMIA PREFERIRESTI AFFRONTARE L'USCITA DALLA MONETA UNICA , CON CONSEGUENTE AZZERAMENTO DEL DEBITO E NUOVA CONTRATTAZIONE DELLA PROSSIMA MONETA NAZIONALE,OPPURE ACCETTERESTI LA TOTALE PERDITA DI SOVRANITÀ E TUTTO QUELLO CHE TI IMPORRÀ SUCCESSIVAMENTE QUESTA EUROPA?
  • NO, NON USCIREI DALLA MONETA UNICA ED ACCETTEREI LA TOTALE PERDITA DI SOVRANITÀ E TUTTO QUELLO CHE VERRÀ
  • SI, USCIREI DALLA MONETA UNICA E SCEGLIEREI DI TORNARE AD AVERE UNA MONETA SOVRANA


Entro il 2019 il quantitative easing (acquisto di titoli di stato ed altri titoli da parte della banca centrale europea in momenti critici e per immettere denaro nel circuito monetario europeo) dovrebbe cessare e questo potrebbe causare un aggravarsi degli interessi sul debito che già paghiamo ed un conseguente aumento della pressione fiscale non positivo per la nostra economia. Non sono da escludere sempre maggiori attacchi alla nostra economia ed una pressione continua sui nostri titoli che ha lo scopo di non dare respiro né margini di manovra al nostro governo ostacolandone qualunque iniziativa economica. Tutti gli investitori sanno che i titoli di stato in caso di uscita dalla moneta unica sarebbero pagati in euro comunque,che in Italia vi sono almeno il doppio degli euro del debito e perciò il debito è garantito ma "stranamente" lo spread si muove contro di noi ogni volta che il governo italiano dice cose non gradite alla BCE ed alla Germania. sono in molti ormai a pensare che chi muove lo spread non sia la paura ma un gruppo di broker che segue indicazioni dall'alto. Da anni ormai il club Bilderberg indica il nome dei presidenti della repubblica proponibili in Italia e quello dei presidenti del consiglio graditi a loro e di sicura obbedienza (anch'essi massoni); in Italia è in atto uno svuotamento progressivo della democrazia ed un attacco allo stato sociale,ai diritti dei lavoratori ed ai salari che comporta un calo progressivo della domanda interna aggravando ulteriormente le condizioni della nostra economia. Veri e propri centri di potere esistenti in tutto l'occidente e collegati al club Bilderberg operano sui territori europei (con basi in tutte le nazioni) dichiarando di avere il fine di "incoraggiare le leadership illuminate" , le idee , i valori senza tempo ed il dialogo sui problemi contemporanei e questi gruppi o istituzioni, vantano tra i loro iscritti nomi di politici, giornalisti di alto livello, dirigenti sindacali, giudici,magistrati ed imprenditori , tra queste categorie c'è sempre qualcuno che è anche membro del Bilderberg. I cittadini italiani sono diventati di fatto il "terzo incomodo" tra il potere finanziario centralizzato da un lato ed il progetto di distruzione dello stato italiano (che fa comodo alla Germania) tramite la cessione totale di sovranità e la successiva gestione unilaterale da parte dell'Europa di un eventuale fallimento; nell'ultima proposta di variazione della costituzione presentata dal PD, assieme a tante buone modifiche, vi era il senato che prendeva ordini dall'Europa in materia finanziaria garantendo di conseguenza la gestione unilaterale europea di un eventuale fallimento. È stata di fatto incentivata l'emigrazione di massa dei nostri giovani, la fuga delle imprese e sono state create le condizioni per il fallimento e la successiva svendita di aziende che un tempo erano il fiore all'occhiello dell'Italia. Sono state create le condizioni per una immigrazione continua e massiccia,togliendo allo stato italiano la possibilità di verificare le impronte digitali ,la provenienza e l'effettivo diritto di asilo di questi migranti ,rimpiazzando i nostri giovani emigrati con persone disposte a lavorare senza diritti,offrendo loro vitto,alloggio ed una paga giornaliera in euro che convertita nella moneta dei paesi da cui provengono spesso equivale ad una somma mensile maggiore o uguale al loro salario mensile medio . L'attacco finanziario al nostro paese non cesserà mai fin quando la sovranità del nostro stato non sarà del tutto cancellata e poi verrà anche attaccato il diritto di proprietà degli Italiani non emigrati e per la maggior parte anziani pensionati. La strategia massonica del debito e della gestione monetaria centralizzata potrebbe avere mire non solo colonialistiche di tipo economico ma anche territoriale. Ciò che vorremmo capire con questo sondaggio è:
Inserito il 21/06/2018